Quando è il momento di arieggiare il prato?

arieggiare-il-prato

Capire quando è arrivato il momento di arieggiare il prato è semplice e veloce: a colpo d’occhio e facendo qualche piccolo test sul terreno, si può vedere se è ora di munirsi di un arieggiatore per prato.

In generale è consigliabile arieggiare il prato almeno due volte all’anno, una in primavera ed una in autunno. Alcuni veloci indizi per capire se è arrivato il momento di arieggiare sono:

1) Valutare se il prato è compattato

Il terreno si compatta facilmente a causa del continuo calpestio, eventuale presenza di trattorini o mezzi pesanti. Prelevando una piccola zolla di terra è possibile capire se il terreno del vostro prato è molto compattato: quando la zolla attaccata alla radice è più spessa di 1 cm, è il caso di arieggiare il prato.
Un altro test per vedere quanto è compattato il suolo, è di provare a fare un foro inserendo un oggetto appuntito, come ad esempio un cacciavite, o anche utilizzando una pala: se l’operazione vi risulta difficoltosa e a fatica si riesce ad entrare, vuole dire che il suolo è troppo compattato ed il prato ha bisogno di essere arieggiato.

2) Presenza di ristagno d'acqua 

Se notate che dopo la pioggia l’acqua ristagna e ci mette del tempo ad essere assorbita dal terreno, non avviene il corretto scambio d'acqua e ossigeno in profondità per arrivare alle radici, conseguenza del fatto che il suolo è compattato.

3) Depositi sul prato, erba secca e radici corte

I depositi dopo l'inverno o d'estate e l'erba secca, non permettono al prato di respirare. Sempre esaminando una piccola zolla di terra, è possibile vedere come sono le radici: più sono lunghe, più vanno in profondità (min.8 -12 cm) e quindi il prato è sano e l’erba cresce bene.
Se invece le radici sono corte (es. 2-6 cm), l’erba fatica a crescere.

La vera e propria arieggiatura del prato, specialmente in terreni particolarmente pesanti, o prati dove non si è mai arieggiato il prato,  è la carotatura del prato: il “carotaggio” permette di arieggiare ancora meglio il suolo, affinché le radici possano poi crescere sane ed in profondità.

 

Articoli che ti possono interessare: