Fresatura del terreno: motozappa o motocoltivatore?

La motozappa e il motocoltivatore sono attrezzature che consentono di lavorare il terreno prima della semina mediante l'operazione di fresatura, e non solo.
Anzitutto la differenza principale sta nella loro struttura: nella motozappa abbiamo due semiassi con due frese scoperte, mentre nel motocoltivatore è montato su due ruote e la fresa è coperta da un carter.

motozappa per fresaturamotocoltivatore

Il suo utilizzo richiede un maggior sforzo fisico ma risulta più agile in ambienti irregolari, piccoli spazi e soprattutto permette una fresatura più profonda. Ad esempio, è necessario premere sugli steli di guida in modo da far poter lavorare più in profondità nel terreno.  Viceversa, se si infossa troppo, bisogna tenere leggermente sollevati gli steli, così da mantenere la fresa più in superficie.

Il motocoltivatore ha un costo decisamente maggiore, ma è molto comodo da usare e meno faticoso, specialmente per chi ha una vasta metratura da lavorare. Lo svantaggio è che è meno maneggevole in quanto più ingombrante come dimensioni e quindi a volte impedisce di passare molto vicino a punti fissi (ad. esempio recinzioni, alberi, vigne etc.) lasciando della terra non fresata. Il motocoltivatore permette lavorazioni anche su terreni in pendenza ed è un tipo di attrezzatura sui cui si possono montare diversi accessori oltre la fresa (epice, seminatrice, trincierba ecc) consentendo in questo modo di fare più lavorazioni sullo stesso terreno se il caso lo necessita.


In breve, è possibile riassumere i vantaggi dell'utilizzo di queste due attrezzature nei seguenti punti:

  • Minore sforzo fisico per la preparazione del terreno e riduzione delle tempistiche di lavoro.
  • Possibilità di lavorare in modo agevole anche su appezzamenti di perimetro irregolare oppure situati in pendenza.
  • Rimescolamento delle zolle di terra efficace e preciso.
  • Possibilità di unire all'operazione di fresa anche la concimazione prima della semina 
  • Sminuzzamento e redistribuzione dei residui vegetali eventualmente rimasti sul suolo, che consente l’interramento della sostanza organica e la formazione di humus.
  • Controllo delle piante infestanti che si sviluppano sulla superficie del terreno.

Disponibili a noleggio presso Scaligera Attrezzature:

 

Ti può interessare anche: